Milano in rosso con gli altri mercati europei

(Teleborsa) – Milano è debole assieme alle altre Borse di Eurolandia, in attesa dell’avvio di Wall Street, dopo lo stop al vaccino anti-Covid di J&J. A pesare sui listini concorre anche il deterioramento del sentiment segnalato dall’indice ZEW, mentre si guarda con attenzione al vertice europeo sulla Brexit.

Prevale la cautela sull’Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,21%. Invariato lo spread, che si posiziona a +122 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta allo 0,68%.

Tra i listini europei tentenna Francoforte, che cede lo 0,64%, andamento cauto per Londra, che mostra una performance pari a -0,12%, e sostanzialmente debole Parigi, che registra una flessione dello 0,38%. Sessione debole per il listino milanese, che scambia con un calo dello 0,42% sul FTSE MIB.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Atlantia (+1,58%), Inwit (+1,19%), Buzzi Unicem (+1,15%) e CNH Industrial (+0,99%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su BPER, che scivola del 4,14%.

In apnea Banco BPM, che arretra del 3,26%.

Calo deciso per Unicredit, che segna un -2,29%.

Tonfo di Mediobanca, che mostra una caduta del 2,19%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Tinexta (+10,92%), De’ Longhi (+2,76%), ASTM (+0,86%) e Garofalo Health Care (+0,75%).

Le più forti vendite su Autogrill, che prosegue le contrattazioni a -9,02%.

Lettera su Biesse, che registra un importante calo del 4,69%.

Affonda Banca MPS, con un ribasso del 3,91%.

Crolla Credito Valtellinese, con una flessione del 3,76%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Milano in rosso con gli altri mercati europei