Migranti, l’OCSE lancia l’allarme: un milione nel 2015

Proprio mentre il Vecchio Continente è nel bel mezzo di un’emergenza profughi senza precedenti, l’OCSE lancia un allarme: “l’Europa raggiungerà nel 2015 un livello senza precedenti di richiedenti asilo e rifugiati, salendo fino a un milione di procedure d’asilo”.  

L’ente parigino nel documento sulle prospettive migratorie presentato oggi a Parigi indica l’ come la strada “fortemente usata” per raggiungere l’Europa. “Tra i Paesi dell’Unione europea – si legge nel rapporto – Italia, Grecia e Ungheria sono in prima linea ma i principali Paesi di destinazione sono la Germania, in termini assoluti, Svezia e Austria in termini relativi rispetto alla popolazione”.

Nel nostro Paese, però, il numero di migranti è sceso nel 2014 del 9% rispetto all’anno precedente e del 57% rispetto ai livelli del 2007. Le domande d’asilo sono tornate così ai livelli record degli anni ’90.

“I paesi dell’OCSE devono affrontare una crisi umanitaria senza precedenti” con “costi umani spaventosi e inaccettabili”, dichiara l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, specificando che solo “350.000-450.000 persone otterrà certamente lo status di rifugiato o simile. Si tratta di una cifra superiore a qualsiasi altra crisi dei rifugiati dalla Seconda guerra mondiale”.

Migranti, l’OCSE lancia l’allarme: un milione nel 201...