Migranti, intercettazioni: Prefetto Impresa nella bufera. FI insorge: “Salvini la rimuova dall’incarico”

(Teleborsa) – “Sono amareggiata, sono state pubblicate frasi completamente decontestualizzate”. Risponde così il prefetto di Bologna, Patrizia Impresa, dopo l’articolo pubblicato dal quotidiano di Padova ‘Il Mattino’, in cui si fa riferimento all’inchiesta della Procura di Padova sulla gestione dei migranti riportando stralci di intercettazioni telefoniche risalenti alla fine del 2016 e all’inizio del 2017 tra Impresa (non indagata), all’epoca Prefetto di Padova e poi vicecapo di gabinetto del ministero dell’Interno, e il viceprefetto vicario di Padova delegato alla gestione dei migranti, Pasquale Aversa.

Tra le frasi intercettate e riportate dal giornale, spicca quella in cui Impresa commenta quanto fatto nell’ambito della gestione dell’accoglienza dicendo ad Aversa: “È vero che ne abbiamo fatte di porcherie, però quando le potevamo fare”. Parole “estrapolate dal contesto ben piu’ ampio in cui sono state pronunciate”, secondo Impresa che sottolinea: “Quelle frasi fanno parte di un carteggio di centinaia di pagine ampiamente esaminato dall’autorità giudiziaria”.

Galeazzo Bignami, deputato di Forza Italia, chiede al Ministro dell’Interno Matteo Salvini di rimuovere Impresa, cui si associa il collega PD Andrea De Maria: “Bene che la magistratura accerti la dinamica dei fatti”, ma il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, “deve attivare il suo ministero per fare chiarezza, invece di attaccare come sempre il Pd, che non c’entra proprio niente”

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Migranti, intercettazioni: Prefetto Impresa nella bufera. FI insorge: ...