Migranti, Fico si smarca da Salvini : “Io i porti non li chiuderei”. E aggiunge: “Ong fanno lavoro straordinario”

(Teleborsa) – Io, i porti, non li chiuderei…”. Lo ha detto il presidente della Camera, Roberto Fico, dopo aver fatto visita, a sorpresa, all’hotspot di Pozzallo in Sicilia. Poi ha aggiunto: “Dell’immigrazione si deve parlare con intelligenza e cuore”.

LO SGAMBETTO A SALVINI – Una dichiarazione, quella della terza carica dello Stato, che in pochi minuti si è già guadagnata le prime pagine degli organi di informazione visto che mal si sposa con quanto deciso dal suo collega di partito, il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, che ieri sera, d’accordo con Matteo Salvini, ha disposto “il divieto di attracco nei porti italiani per la nave Open Arms”. 
Del resto, non sono di certo mistero i mal di pancia di una bella fetta della base grillina che mal digerisce la mano ferma dei leghisti sulla questione. 

“ONG FANNO LAVORO STRAORDINARIO” –  “È l’Europa tutta insieme che deve farsi carico dei flussi migratori. E l’Italia che è un paese che si trova al confine col Mediterraneo non può tirarsi indietro ed è qui che vanno aiutate le persone”.
E ancora: Come terza carica dello Stato dico che bisogna essere solidale con chi emigra, che sono storie drammatiche che toccano il cuore. Tocca all’Europa farsi carico di quest’emergenza, non solo all’Italia, e bisogna tirare fuori gli estremismi perché la solidarietà si fa insieme. Se questo è un approdo, deve essere un approdo europeo. Le Ong qui a Pozzallo hanno fatto un lavoro straordinario. Me lo hanno confermato il questore di Ragusa, la prefettura e il sindaco di Pozzallo”, ha concluso Fico

Migranti, Fico si smarca da Salvini : “Io i porti non li chiuder...