Migranti Claviere, tensione Italia-Francia: poliziotti italiani al confine. Salvini invita Ministro dell’Interno francese

(Teleborsa) – Sale la tensione Italia-Francia sulla questione migranti. Dopo l’annuncio del vicepremier Matteo Salvini, in seguito ai fatti di Claviere, la polizia italiana ha iniziato a presidiare il confine con la Francia. Il ministro dell’Interno di Parigi, Christophe Castaner, prova a fare il pompiere spiegando che “la cooperazione con Roma funziona” e Salvini, dal canto suo, replica invitandolo a Roma. Con una precisazione: “l’Italia ha rialzato la testa, continueremo a pattugliare i confini”, sottolinea il ministro.

L’ANTEFATTO – Tutto era iniziato ieri. “I francesi ci hanno scritto solo dopo aver lasciato gli immigrati nel nostro Paese. Da oggi la polizia italiana è a presidiare il confine”. Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, con riferimento all’episodio da lui denunciato con un video postato su Facebook. Nel video, tre migranti vengono scaricati da un mezzo della polizia francese a Claviere, comune dell’Alta Val di Susa sulla linea del confine italo-francese. “La Francia ha comunicato di voler consegnare un gruppo di immigrati alle 9,49 di ieri, peccato li avesse già abbandonati in territorio italiano, aveva precisato Salvini.
“Non solo. Non c’è alcun accordo bilaterale Italia-Francia, scritto e ufficiale, che consenta questo tipo di operazioni. Se Parigi parla di ‘prassi’ ne deve rispondere il governo precedente: ora l’aria è cambiata e non accettiamo che vengano portati in Italia degli extracomunitari fermati in territorio francese, senza che le nostre forze dell’ordine possano verificarne l’identità”.

Da qui, dunque, la decisione italiana di inviare agenti di polizia per bloccare i migranti rispediti dalla Francia in Italia a Claviere. Sponda Francia, Castaner fa sapere che “non ci può essere soluzione senza cooperazione”. “Le decisioni unilaterali non possono farci fare passi avanti”, ha aggiunto, precisando però che “nella maggior parte delle zone di frontiera, la cooperazione con la polizia italiana funziona bene”. “Non contate su di me – ha concluso in un’intervista a Le Journal du Dimanche – per aggiungere polemica a polemica. La cosa più importante è che i nostri rispettivi responsabili della polizia si incontrino per rafforzare il coordinamento”.

L’INVITO DI SALVINI CON POSTILLA“Aspetto il ministro francese a Roma, ma nel frattempo continueremo a pattugliare i confini. Siamo un Paese che ha rialzato la testa: chi non l’ha ancora capito se ne renda conto”, replica Salvini, che sottolinea come l’Italia “non è più pavida, rassegnata a essere il campo profughi d’Europa e che prende ordini da Bruxelles e da Berlino”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Migranti Claviere, tensione Italia-Francia: poliziotti italiani al con...