Migranti, c’è l’accordo del vertice europeo sulla proposta italiana

Raggiunto l'accordo a 28 al vertice Ue: i salvataggi in mare, così come i centri di accoglienza devono essere coordinati e condivisi da tutti gli stati

(Teleborsa) – E’ stata una giornata lunghissima e faticosa, ma il vertice europeo di ieri 28 giugno, durato ben tredici ore, si chiude con un importante passo avanti sui migranti.

C’è l’accordo dei 28 Paesi che compongono l’Unione Europea sul fatto che la questione migranti vada condivisa e che i salvataggi in mare, così come i centri di accoglienza  debbano essere coordinati dall’UE e condivisi da tutti gli stati.

La giornata non si era prospettata certo facile e la strada era tutta in salita, poi in serata era passata la linea dura del Premier italiano, Giuseppe Conte, che già prima di partire per il meeting aveva preannunciato il veto su qualsiasi decisione del Consiglio europeo che non prendesse in considerazione la proposta italiana.

Poi, l’incontro del Premier con il presidente francese Macron (con la Merkel c’era già una condivisione di idee) ed, infine, la svolta avvenuta nella tarda serata.

Il presidente del Consiglio europeo Tusk ha quindi annunciato che I 28 leader hanno raggiunto un accordo sulle conclusioni del Consiglio ed anche sui migranti.

I punti salienti della linea europea si possono così riassumere: tutte le azioni saranno basate sulla condivisione e coordinate tra gli stati membri, saranno approntati centri di accoglienza su base “volontaria” per consentire lo sbarco e consentito l’eventuale transito dei migranti anche in paesi terzi. Un nuovo approccio è passato per i salvataggi in mare, che devono rispettare le leggi europee, e per le ONG che non devono interferire con la guardia costiera libica.

Da oggi l’Italia non è più sola. Da questo Consiglio europeo esce un’Europa più responsabile e più solidale”, ha dichiarato il premier Conte, lasciando il vertivce,

 

Migranti, c’è l’accordo del vertice europeo sulla propost...