Migranti, ancora al largo di Pozzallo le due navi di Gdf e Frontex: il caldo peggiora la situazione

(Teleborsa) – Sono ancora fermi al largo di Pozzallo (Ragusa) la nave Protector di Fontex e il pattugliatore Monte Sperone della guardia di finanza che sabato hanno soccorso un barcone con 450 migranti nei pressi dell’isola di Linosa. Al momento, a nessuna delle due navi è stato ancora assegnato dal Viminale il “Pos”, il porto sicuro per lo sbarco. Cosa che avverrà, sottolineano fonti del ministero, solo quando anche gli altri paesi europei con i quali Conte è stato in contatto nel corso della giornata, avranno dato il loro via libera ad accogliere la propria parte di migranti.  Finora Parigi, Malta e Berlino hanno accettato di accogliere 50 migranti ciascuno. E “a breve” arriveranno anche le adesioni di altri paesi. 

Repubblica Ceca: approccio di Conte è strada per l’inferno“Ho ricevuto la lettera del premier italiano Conte in cui chiede all’Ue di occuparsi di una parte delle 450 persone ora in mare. Un tale approccio è la strada per l’inferno”. Lo scrive su Twitter Andrej Babis, il premier della Repubblica Ceca, uno dei Paesi del gruppo di Visegrad. “Il nostro Paese – prosegue – non riceverà alcun migrante. L’unica soluzione alla crisi migratoria è il modello australiano, cioè non fare sbarcare i migranti in Europa”
 
IL CALDO PEGGIORA LA SITUAZIONE- Intanto c’è preoccupazione per il caldo che peggiora la situazione. “C’è preoccupazione per l’incertezza sui migranti a bordo delle navi in rada nelle acque di Pozzallo ed anche la nostra consolidata capacità organizzativa è messa a dura prova”. Lo ha detto il sindaco di Pozzallo Roberto Ammatuna

E Save the Children si associa alla richiesta del sindaco chiedendo lo sbarco immediato delle persone a bordo delle due navi. L’associazione chiede che ci sia priorità ai bambini e alle persone vulnerabili che sono provati da un lungo viaggio e dal dolore.

SALVINI AUTORIZZA LO SBARCO DI DONNE E BAMBINI – Dopo gli appelli il ministro dell’Interno Matteso Salvini in un incontro con la stampa italiana all’ambasciata italiana a Mosca ha detto che dalle navi in rada nelle acque di Pozzallo “nelle prossime ore faremo scendere 16 mamme e 11 bambini”.

 

Migranti, ancora al largo di Pozzallo le due navi di Gdf e Frontex: il...