MIFID II, S&P: cambierà equilibri tra operatori

(Teleborsa) – La Direttiva MIFID II, evoluzione della precedente disciplina sui servizi di investimento, pronta al debutto domani 3 gennaio, rappresenta “un cambiamento regolatorio dirompente” per i mercati finanziari europei.

E’ quanto sostiene in un report Standard & Poor’s sulla nuova direttiva a protezione del risparmio. Un provvedimento che introduce una nuova regolamentazione dei mercati finanziari europei.

“Le nuove regole imporranno cambiamenti in tutti i comparti del business coinvolti nella distribuzione e nella negoziazione degli strumenti finanziari e, in molti casi, vincoli più stringenti, in tema di protezione degli investitori, di abuso di mercato e di reportistica regolamentare” – sottolinea il rapporto di S&P -. “Nel più lungo termine, la natura dirompente dei maggiori cambiamenti regolamentari diverrà più evidente, vincenti e perdenti emergeranno più chiaramente. Probabilmente ci saranno più perdenti che vincenti”.

MIFID, acronimo di Markets in Financial Instruments Directive (Direttiva sui Mercati degli Strumenti Finanziari), è un atto normativo emanato dal Parlamento europeo il 21 aprile 2004 per creare un terreno competitivo uniforme tra gli intermediari finanziari dell’UE. 

Tra le principali novità, la maggior protezione offerta all’investitore, l’introduzione di una “etichetta” che stabilisce la coerenza tra i prodotti finanziari offerti e detenuti e il profilo di rischio del cliente, l’indicazione dell’incidenza di costi e commissioni sul rendimento dell’investimento.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MIFID II, S&P: cambierà equilibri tra operatori