Microsoft torna in pista grazie al cloud computing

(Teleborsa) – Il cloud computing, su cui Microsoft  ha tanto investito dall’arrivo del nuovo guru Satya Nadella, comincia a regalare qualche soddisfazione al colosso tecnologico statunitense.

Ieri sera la società ha pubblicato utili e ricavi in calo ma sopra le stime proprio grazie al positivo contributo della divisione cloud, che offre servizi di software centrati sul web, raccogliendo subito il consenso degli investitori (il titolo è infatti arrivato a guadagnare fino all’8% nel dopo Borsa). 

Nel dettaglio, il secondo trimestre fiscale si è chiuso con un utile netto di 5 miliardi di dollari, in calo del 14,7% rispetto ai 5,863 miliardi dello stesso periodo del 2014. Gli utili per azione sono passati a 62 centesimi da 71 centesimi, ma al netto delle poste straordinarie il dato è cresciuto a 78 centesimi da 70 centesimi, superando le attese degli analisti ferme a 71 centesimi.

I ricavi sono calati invece del 10% a 23,8 miliardi, ma includendo quelli ancora da incassare sono arrivati a 25,7 miliardi superando le previsioni pari a 25,26 miliardi.

Quanto alle singole divisioni,  fatturato legato alle relativamente nuove attività cloud – “Intelligent Cloud” – è migliorato del 5% a 6,3 miliardi (+11% al netto dell’effetto cambi).

I ricavi del business “Productivity and Business Processes” – la seconda maggiore del gruppo, quella che include il pacchetto Office – sono scesi del 2% a 6,7 miliardi, ma escluso un cambio sfavorevole sono saliti del 5%. Gli abbonati a Office 365 sono 20,6 milioni. 

Le vendite della divisione “More Personal Computing” – che include risultati derivanti da licenze del sistema operativo Windows, da prodotti come telefoni e Surface, dalla console Xbox e dalla ricerca web – sono calate del 5% a 12,7 miliardi di dollari ma a cambi costanti il calo è stato del 2%.

Positivo il lancio del tablet ibrido Surface Pro 4 e del laptop Surface Book, che ha permesso un +29% delle vendite dei prodotti a marchio Surface. Buoni anche i numeri sugli utenti di Xbox Live attivi mensilmente nel trimestre, cresciuti in un anno del 30% a un record pari a 48 milioni.

Molto male, invece, il business dei telefoni, che a cambi costanti ha registrato un crollo del 49%.

“Ovunque le aziende stanno usando Microsoft Cloud come la loro piattaforma digitale per promuovere i loro ambiziosi programmi”, ha dichiarato in un comunicato Nadella, che si è detto molto ottimista anche sull’ultimo sistema operativo. “Le aziende stanno anche usando Windows 10, cosa che ne spingerà l’utilizzo oltre i 200 milioni di dispositivi attivi”, ha infatti dichiarato.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Microsoft torna in pista grazie al cloud computing