Microsoft sorprende ancora

(Teleborsa) – Bilancio in crescita e guidance robusta per Microsoft, che ieri sera a Wall Street chiusa ha alzato il velo sui conti del terzo trimestre fiscale confermando lo slancio visto nei risultati precedenti.

Nel periodo in esame il colosso statunitense dei software ha riportato un utile netto di 7,4 miliardi di dollari, pari a 95 centesimi ad azione, in aumento del 35% rispetto ai 5,5 miliardi, o 70 centesimi ad azione, dello stesso periodo dell’anno precedente e decisamente al di sopra delle attese degli analisti, ferme a 85 centesimi.

I ricavi sono balzati del 16% a 26,8 miliardi di dollari, superando il consensus di 25,77 miliardi.

Buona performance per tutti i segmenti: More Personal Computing, che include Windows, i giochi, i pc e i tablet, è salito del 13% a 9,92 miliardi di dollari (9,25 miliardi le stime degli analisti).

Oltre il consensus anche il segmento Productivity and Business Processes, che comprende Office, LinkedIn e Dynamics, e la divisione Intelligent Cloud (che include prodotti per server e servizi cloud). All’interno di quest’ultima la crescita più robusta è stata messa a segno dalla piattaforma cloud Azure. Il business è salito del 93%, risultando però in flessione rispetto al 98% del trimestre precedente, cosa che ha preoccupato Wall Street mandando in rosso le azioni Microsoft nelle prime battute del dopo Borsa USA, ossia subito dopo la pubblicazione del bilancio. Solo per poco, però. Durante la conference call con gli analisti la Chief Financial Officer Amy Hood ha detto che la società stima ricavi per 28,8-29,5 miliardi di dollari nel quarto trimestre. Un dato, questo, nettamente superiore ai 28 miliardi attesi dagli analisti.

Dopo questo annuncio il colosso a stelle e strisce è decollato in Borsa.

Microsoft sorprende ancora