Michael Kors, i conti battono le stime. Alzata la guidance

(Teleborsa) – Michael Kors ha chiuso il secondo trimestre con un utile in aumento a 202,9 milioni di dollari, pari a 1,32 dollari per azione, rispetto ai 160,9 milioni (95 centesimi per azione) dello stesso periodo di un anno fa. L’utile adjusted si è attestato a 1,33 dollari superiore agli 83 centesimi attesi dal consensus.

Meglio del previsto anche il fatturato salito a 1,15 miliardi dagli 1,09 miliardi precedenti.

Alla luce dei risultati, la società ha rivisto al rialzo le stime per l’anno 2018: si attende un utile per azione (EPS) compreso tra 3,85-3,95 dollari contro il range 3,62-3,72 stimato in precedenza. Innalzata anche la view sul fatturato visto a 4,59 miliardi di dollari contro i 4,28 miliardi previsti prima.

Michael Kors, i conti battono le stime. Alzata la guidance