MES, Dombrovskis: “Approccio completamente diverso, spese sanitarie intese in senso ampio”

(Teleborsa) – Il Vicepresidente della Commissione europea, Vladis Dombrovskis torna a parlare del MES, nella settimana cruciale in cui si riunisce il vertice dei leader europei, ed assicura che sarà uno strumento ampio e flessibile e non sarà neanche l’unica opzione nell’ambito dl dibatto europeo, laddove Bruxelles punta a far rientrare tutto nel Bilancio pluriennale (MFF).

Dombrovskis ha chiarito – in una intervista a Sky Tg 24 – che i “costi sanitari diretti e indiretti saranno interpretati in modo sufficientemente ampio” per attingere fondi dal MES, inclusi i costi della prevenzione e tutti quelli collegati all’emergenza coronavirus.

Il Commissario ha poi assicurato che “tutti gli Stati membri dell’Eurozona avranno accesso alla linea di credito a condizioni migliorate” (pari al 2% del PIL), senza le tradizionali condizioni previste da questo strumento, e che segue “un approccio completamente diverso” dal passato. “Non stiamo parlando delle classiche condizionalità macroeconomiche – ha detto – come è stato, ad esempio, nei passati programmi per la Grecia o per Cipro”.

Dombrovskis, rispondendo ad una domanda sulla possibilità di riprendere il discorso della mutualizzazione del debito, alla abbase della nascita degli eurobond, ha parlato di varie ipotesi sul tavolo, aggiungendo che l’unica soluzione politicamente accettabile in questo momento è far ricorso al budget europeo per garantire l’emissione di titoli.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MES, Dombrovskis: “Approccio completamente diverso, spese sanita...