MES, Camera: ok a risoluzione maggioranza

(Teleborsa) – Con 314 sì, 239 contrari e 9 astenuti, semaforo verde dell’Aula della Camera alla risoluzione di maggioranza sulle comunicazioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del prossimo Consiglio europeo.

“Faccio una domanda: occorre isolare l’Italia, farla diventare la pecora nera in Europa, proprio quando sta cambiando l’Europa nell’interesse degli italiani? M5s è con il Presidente del Consiglio e lo ringrazia per quanto ha fatto e voterà convintamente la risoluzione di maggioranza”. Lo ha detto in Aula il capogruppo di M5s Davide Crippa, durante le dichiarazioni di voto dopo le comunicazioni del Premier.

Clima decisamente rovente tra i banchi delle opposizioni. “M5S = MES”: questo il testo delle magliette indossate dai deputati di Fdi nell’Aula della Camera dopo il voto contro la risoluzione con il Presidente Roberto Fico costretto a sospendere la seduta.

Sei deputati M5S Andrea Colletti, Pino Cabras, Fabio Berardini, Alvise Maniero, Maria Lapia, Francesco Forciniti hanno annunciato il voto non favorevole alla risoluzione sulle comunicazioni del Premier Giuseppe Conte. “Votare sì vuol dire votare contro Conte e contro il Paese, la nostra è una scelta di coerenza”, questo uno dei concetti che, ognuno di loro, ha sottolineato con forza nel proprio intervento.

“Il problema è che autorizzando politicamente il Mes autorizziamo la BCE a ridurre i titoli del debito pubblico nel 2022 e allora un governo tecnico sarà obbligato a attivare il MES.I congiurati, Presidente, non sono quelli che prendono posizione ma sono i commensali. Ed è per questo che non darò voto favorevole”, ha detto il deputato pentastellato Colletti chiarendo che “Non è un voto contro Conte, è totalmente falso”.

Poi una stoccata al veleno nei confronti di Crimi e Di Maio che testimonia la tensione alle stelle nel Movimento: “ci spieghino perché vogliono tradire il programma M5S”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

MES, Camera: ok a risoluzione maggioranza