Mercato immobiliare, si consolida la ripresa nel residenziale ma prevale la cautela

(Teleborsa) – Gli operatori del mercato immobiliare esprimono ancora prudenza rispetto alla congiuntura economica generale, anche se prevale l’aspettativa di un aumento dei volumi delle transazioni nel residenziale, che trainerà con sé negozi e uffici.

E’ la fotografia scattata dall’Indagine sul Sentiment Immobiliare, elaborata su base quadrimestrale dal Dipartimento di Economia dell’Università di Parma, in collaborazione con Sorgente Group e Federimmobiliare, da cui emerge, inoltre, un interesse verso i piani di dismissione di Non Performing Loans (NPL) da parte delle principali banche italiane.

Se, da una parte, le risposte ottenute dall’indagine riflettono buone aspettative di ripresa, dall’altro, lo scenario economico non convince del tutto gli operatori. Questo atteggiamento prudenziale si ripercuote almeno in parte sull’Indice Fiups, acronimo di Federimmobiliare, Università degli Studi di Parma e Sorgente Group, che rappresenta sinteticamente l’evoluzione nel tempo del Sentiment degli operatori. Il Fiups è infatti in lieve flessione passando da 19,33 del primo quadrimestre 2016 a 19,14 del secondo.

Opportunità in Italia: si consolida il primato per il Nord e, in particolare, per Milano. Roma e Milano rimangono le due città verso le quali si concentrano gli interessi degli investitori: il capoluogo lombardo si attesta al primo posto tre volte su cinque (comparti residenziale, direzionale e commerciale). Roma, seguita da Firenze e Venezia, conferma il suo primato per gli investimenti in alberghi, guadagnando il secondo posto nel comparto commerciale e residenziale (insieme a Torino). Tra le new entry si segnala Catania, ultima delle top five nel comparto alberghiero. Torino risulta tra le mete industriali d’Italia, grazie al comparto auto.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercato immobiliare, si consolida la ripresa nel residenziale ma preva...