Mercato auto in frenata a luglio. Fiat perde giri ma resta in pole

(Teleborsa) – Continua a crescere, ma ad un ritmo più modesto, il mercato dell’auto italiano. Secondo gli ultimi dati pubblicati dal Ministero dei Trasporti, la Motorizzaizone ha immatricolato a luglio 136.275 autovetture, con un aumento del 2,86% rispetto a luglio 2015.

Una crescita nettamente inferiore a giugno, che aveva chiuso con un +12,28%. Frenano anche le auto usate con 382.689 trasferimenti di proprietà ed un -5,88% rispetto allo stesso mese del 2015. 

I primi sette mesi chiudono comunque con una crescita molto forte del 17,1% per le auto nuove (circa 1,2 milioni di unità) e del 5,51% per i trasferimento di proprietà.

Il Gruppo Fiat Chrysler Automobiles registra una frenata in linea con il mercato, ma continua a far meglio dei competitor nazionali ed internazionali. L’aumento delle vendite per FCA è del 4,8% a luglio, che ha fatto risalire la quota di mercato al 28,8% dal 28,3% di luglio dell’anno scorso.

La casa d’auto italo-americana ha poi spiegato che la Jeep ha aumentato le vendite del 18,7%, Alfa Romeo del 6,1% e Fiat del 4,3%. Sono stabili invece le immatricolazioni per il marchio Lancia.

“Anche a luglio – commenta la società – i modelli FCA hanno dominato le classifiche di vendita, con sei vetture tra le top ten e ben otto tra le prime 12 vetture piu’ vendute in Italia: Panda, Ypsilon, Punto (ai primi tre posti assoluti), 500L, Tipo, 500X, 500 e Renegade”. La Tipo e’ stata la macchina “piu’ venduta nel suo segmento”.

Mercato auto in frenata a luglio. Fiat perde giri ma resta in pol...