Mercato auto Germania, Ifo: mediocre, ma c’è cauto ottimismo

(Teleborsa) – “Mediocre”. Così l’Istituto Ifo ha definito nel suo complesso – costruttori e fornitori – il settore automotive tedesco. La sua valutazione è infatti solo leggermente aumentata nel mese di gennaio, passando dal -8,5 punti di dicembre a -7,5. In leggera crescita anche le aspettative che sono cresciute marginalmente da 11,2 punti di dicembre a 11,6 punti dell’ultimo mese. “Le case automobilistiche sono cautamente ottimiste sul fatto che la domanda riprenderà al termine del lockdown. Questo è un altro motivo per cui stanno attualmente reintegrando le scorte “, ha dichiarato Klaus Wohlrabe, Head of Surveys di Ifo.

L’istituto ha rilevato che la produzione, che recentemente si è leggermente contratta, rimarrà sostanzialmente costante nei prossimi tre mesi. Allo stato attuale, le aziende non si aspettano ulteriori impulsi dalle attività di esportazione, mentre ci si aspetta che proseguirà il taglio dei posti di lavoro nel settore, che spiega perché questo indicatore sia salito solo leggermente a -33 punti. “Sebbene il secondo lockdown abbia ridotto notevolmente la domanda – si legge in una nota dell’Istituto – il portafoglio ordini è ancora cresciuto, con l’indicatore che è salito a 13,0 punti da 7,2 punti di dicembre. Lo stock di prodotti finiti è leggermente al di sopra della media stagionale: questo indicatore è aumentato notevolmente da -5,2 punti di dicembre a +6,6 punti”.

Questo mese, l’Istituto Ifo ha chiesto alle aziende perché hanno limitato la loro produzione: solo il 16% ha risposto di avere un numero insufficiente di ordini, una cifra in calo rispetto a gennaio 2020 (quando era del 26%) e rispetto ad aprile 2020, quando era salita fino al 61%. Quanto all’utilizzo della capacità è dell’84%: al momento del primo blocco nell’aprile 2020, era scesa al 46%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercato auto Germania, Ifo: mediocre, ma c’è cauto ottimismo