Mercato auto, dopo il crollo arriva la ripresa?

(Teleborsa) – Alla fine del 2020 le immatricolazioni di auto in Italia difficilmente supereranno la cifra di 1,4 milioni, con un calo del 26% circa rispetto allo scorso anno, quando sono state 1,9 milioni.

“Il calo è un chiaro effetto della crisi pandemica; tuttavia nel 2021, se il mercato sarà adeguatamente sostenuto da incentivi alla rottamazione, potrebbe esserci un forte recupero, visto che almeno mezzo milione di auto nuove non è stato comprato a causa del lockdown”. Lo spiega Alberto Di Tanno, Presidente del Gruppo Intergea e co-founder di Italia Bilanci, che ha stilato con FederAuto un dettagliato Rapporto sul settore, la sua evoluzione e i possibili scenari futuri.

Tra le strategie vincenti che emergono dallo studio, per il prossimo futuro, “c’è l’aumento della componente online – afferma – internet rafforzerà il suo ruolo nella scelta dell’automobile e del concessionario a cui affidarsi. La compravendita continuerà a concludersi dal vivo e in presenza, ma chi vuole comprare una vettura si documenterà sempre di più sul web. Anche la video-chiamata andrà a consolidarsi come strumento di consulenza. Una vetrina online efficace e l’interattività saranno fondamentali”.

(Foto: © Sittipong Leetangwattana / 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercato auto, dopo il crollo arriva la ripresa?