Mercati tonici ma con guadagni ridotti. Bene le banche

(Teleborsa) – Finale positivo, ma con guadagni ridotti per le principali borse europee, nel giorno in cui Mario Draghi, Presidente della BCE, è tornato davanti ai falchi tedeschi del Bundestag. Il numero uno dell’Eurotower ha ribadito che “i tassi di interesse bassi sono necessari” per spingere la crescita e “i governi devono fare la propria parte” se vogliono che tornino a livelli normali.

Altro appuntamento importante odierno, è stato l’intervento di Janet Yellen, Presidente della Federal Reserve, sulla supervisione bancaria davanti alla commissione Finanza della Camera. Il numero uno della Fed ha riconosciuto la ripresa delle banche americane, ma relativamente al rialzo dei tassi ha spiegato di non avere “una tempistica prefissata su eventuali azioni” e dunque su un eventuale aumento del costo del denaro.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,16%. Prevale la cautela sull’oro, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,38%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 44,75 dollari per barile, in attesa di sviluppi dal vertice OPEC, di Algeri. 

Scende lo spread, attestandosi a 133 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dell’1,18%.

Tra le principali Borse europee buona performance per Francoforte, che cresce dello 0,74%. Giornata moderatamente positiva per Londra, che sale di un frazionale +0,61%. Sostenuta Parigi, con un discreto guadagno dello 0,77%. Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,54%. 

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Telecomunicazioni (+1,80%), Costruzioni (+1,68%) e Media (+1,50%).

Tra i best performers di Milano, in spolvero Buzzi Unicem che porta a casa un +3,26%.

Toniche Unipol (+3,10%) e Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+2,23%), in un comparto bancario nel complesso ben comprato, sulla scia del recupero di Deutsche Bank.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Atlantia, che prosegue le contrattazioni a -1,02%.

Pensosa Salvatore Ferragamo, con un calo frazionale dello 0,71%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati tonici ma con guadagni ridotti. Bene le banche