Mercati prudenti. A Piazza Affari Atlantia in recupero

(Teleborsa) – Sono deboli gli scambi tra le principali borse europee, dopo i rialzi della vigilia.

Si muove con cautela anche Piazza Affari, penalizzata ieri dal calo di alcuni bancari sul rialzo dello spread e dal tonfo del titolo Atlantia, coinvolta nella tragedia del crollo del ponte Morandi, a Genova. Le azioni della società che controlla Autostrade per l’Italia stamane hanno avviato un tentativo di recupero che vanta un progresso di oltre 4 punti percentuali, sui primi minuti di scambi. Standard & Poor’s ha posto in negative watch il rating della stessa Atlantia e delle controllate Autostrade per l’Italia e Aeroporti di Roma.

Tornando ai listini azionari di Eurolandia, si muovono con prudenza, sostenuti dalla prospettiva di una ripresa dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio, ma frenati dalla crisi finanziaria in Turchia.

Sul mercato Forex, l’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,138. L’Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.174,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a 0%.

Sui livelli della vigilia lo spread, che si mantiene a 279 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 3,09%.

Nello scenario borsistico europeo resta vicino alla parità Francoforte (-0,07%). Piatta Londra così come ParigiNessuna variazione significativa per il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 20.528 punti. 

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti beni industriali (+0,68%), utility (+0,52%) e viaggi e intrattenimento (+0,52%). Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti costruzioni (-1,19%), automotive (-0,94%) e materie prime (-0,62%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, effervescente Atlantia, con un progresso del 5,03%.

Giornata moderatamente positiva per Terna, che sale di un frazionale +0,71%.

Piccolo passo in avanti per Enel, che mostra un progresso dello 0,61%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, -2,24%. Calo deciso anche per Banco BPM, che segna un -1,52%.

Sotto pressione STMicroelectronics, con un forte ribasso dell’1,50%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Aeroporto di Bologna (+2,45%), ASTM (+1,79%), OVS (+1,69%) e Anima Holding (+1,30%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Technogym, che continua la seduta con -1,81%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati prudenti. A Piazza Affari Atlantia in recupero