Mercati positivi. Milano resta alla finestra

(Teleborsa) – Seduta finanziaria leggermente positiva per le borse europee mentre Piazza Affari resta indietro scambiando vicino ai valori della vigilia.

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,153. L’oro scende a 1.208,7 dollari l’oncia. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che guadagna l’1,27%.

Lo Spread fa un piccolo passo verso il basso, con un calo dell’1,21% a quota 249 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 2,88%.

Nello scenario borsistico europeo bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,52%, Londra è stabile, riportando un misero +0,07%, andamento cauto per Parigi, che mostra una performance pari a +0,15%.

Piazza Affari continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,15% sul FTSE MIB.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti vendite al dettaglio (+2,09%), beni per la casa (+0,88%) e alimentare (+0,81%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti telecomunicazioni (-0,56%), assicurativo (-0,49%) e bancario (-0,43%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, incandescente Saipem, che vanta un incisivo incremento del 3,03% dopo l’ottimismo mostrato dall’Amministratore Delegato Cao. Sostenuta Moncler, con un discreto guadagno dell’1,54%. Buoni spunti su UBI Banca, che mostra un ampio vantaggio dell’1,22%. Ben impostata Pirelli, che mostra un incremento dell’1,09%. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banco BPM, che prosegue le contrattazioni con un -6,77% dopo la diffusione dei conti di venerdì scorso. Pesante Mediobanca, che segna una discesa di ben -2,22 punti percentuali. Calo deciso per Banca Mediolanum, che segna un -1,6%. Sotto pressione A2A, con un forte ribasso dell’1,40%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Tod’s (+15,45%), Interpump (+6,04%), MARR (+3,27%) e Brunello Cucinelli (+2,97%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca Ifis -9,26%. Seduta drammatica per Sias, che crolla del 3,60%. Sensibili perdite per ASTM, in calo del 2,47%. In apnea Banca MPS, che arretra del 2,35%.

Mercati positivi. Milano resta alla finestra