Mercati positivi, Milano resta alla finestra

(Teleborsa) – Si muove all’insegna del rialzo la seduta finanziaria delle borse europee, mentre Piazza Affari resta indietro scambiando vicino ai valori della vigilia. Da segnalare i nuovi record di ieri di Wall Street, con l’indice Dow Jones che per la prima volta ha chiuso sopra i 26.000 punti.

Mista l’Asia, con Tokyo che ha chiuso la seduta in frazionale ribasso.

A livello macro buone notizie sono giunte dalla Cina, con il PIL in accelerazione per la prima volta in sette anni. Conferme arrivano dal Beige Book della Fed sulla crescita dell’economia a stelle e strisce.

L’Euro / Dollaro USA mostra un progresso dello 0,35%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.328,6 dollari l’oncia. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 63,98 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 142 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,99%.

Tra i listini europei Francoforte mostra un moderato rialzo dello 0,41%, Londra soffre un calo dello 0,09% mentre Parigi segna un piccolo aumento dello 0,26%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 23.558 punti.

Si distinguono a Piazza Affari i settori Chimico (+1,66%), Tecnologico (+1,51%) e Materie prime (+0,85%). Il settore Alimentare, con il suo -1,50%, si attesta come peggiore del mercato.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo STMicroelectronics (+1,78%), Azimut (+1,04%), Yoox (+1,02%) e Fiat Chrysler (+0,80%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Campari -1,80%. Sottotono UBI Banca che mostra una limatura dello 0,80%. Dimessa Mediaset, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca BPER, che mostra un piccolo decremento dello 0,72%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Fincantieri (+1,31%) dopo aver firmato un protocollo di politica attiva per l’occupazione, Cattolica Assicurazioni (+1,19%), Technogym (+1,09%) e Geox (+0,70%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Ascopiave -0,82%. Discesa modesta per RCS, che cede un piccolo -0,65%. Pensosa MARR, con un calo frazionale dello 0,63%. Tentenna Cementir, con un modesto ribasso dello 0,63%.

Sul listino completo brilla Cti Biopharma +8,16%, che riceverà 10 mln di dollari da Teva. Sull’AIM Italia balzo di Casta Diva +12,93% grazie a una commessa in Cina.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati positivi, Milano resta alla finestra