Mercati positivi, Milano resta alla finestra

(Teleborsa) – Si chiude all’insegna del rialzo la seduta finanziaria delle borse europee, mentre Piazza Affari resta indietro terminando vicino ai valori della vigilia. Sul mercato USA, prevalgono le vendite per lo S&P-500.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,50%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,46%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 146 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,82%.

Tra i listini europei resta vicino alla parità Francoforte (+0,09%). Piatta Londra, mentre termina senza spunti Parigi. Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che archivia la sessione sui livelli della vigilia con il FTSE MIB che si ferma a 22.794 punti. 

Dai dati di chiusura di Milano, il controvalore degli scambi nella seduta odierna risulta essere stato pari a 2,34 miliardi di euro, in ribasso (-8,67%), rispetto ai precedenti 2,57 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 235.142, rispetto ai precedenti 271.830, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,62 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,68 miliardi.

Tra i 225 titoli trattati, 63 hanno chiuso in flessione, mentre 147 azioni hanno terminato la seduta di oggi in progresso. Stabili le restanti 15 azioni.

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori Immobiliare (+3,35%), Beni e servizi per l’industria (+1,60%) e Alimentare (+1,47%). Nella parte bassa della classifica di Piazza Affari, sensibili ribassi si sono manifestati nei comparti Chimico (-2,50%), Banche (-1,00%) e Tecnologico (-0,60%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo CNH Industrial (+5,48%), Mediaset (+2,40%), Ferrari (+1,98%) e Exor (+1,76%). Le più forti vendite, invece, si sono abbattute su Unicredit, che ha terminato le contrattazioni a -1,68%.

Sottotono Intesa Sanpaolo che mostra una limatura dello 0,89%. Dimessa UnipolSai, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia. Fiacca Mediobanca, che mostra un piccolo decremento dello 0,74%.

Mercati positivi, Milano resta alla finestra