Mercati positivi. Focus sulla Fed

(Teleborsa) – Partenza al rialzo per le principali borse europee con gli investitori concentrati sulla Federal Reserve: i verbali della riunione del FOMC di gennaio saranno passati al setaccio alla ricerca di indizi utili per capire meglio le tempistiche dei prossimi rialzi dei tassi di interesse negli Stati Uniti.

Sul mercato valutario, negativo l’Euro / Dollaro USA, in flessione dello 0,71%: questa mattina l’appuntamento è con l’indice tedesco IFO, e con la seconda stima relativa il PIL del Regno Unito (atteso +0,6% su trimestre). Atteso anche un aggiornamento sull’inflazione dell’Eurozona, la cui lettura dovrebbe confermare l’1,8% annuo della prima stima. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.234,8 dollari l’oncia. Lieve aumento del petrolio (Light Sweet Crude Oil) che sale a 54,44 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 191 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,22%.

Nello scenario borsistico europeo piccolo passo in avanti per Francoforte, che mostra un progresso dello 0,31%. Composta Londra, che cresce dello 0,28%. Performance modesta per Parigi, +0,32%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 19.113 punti: oggi la Commissione europea presenterà il suo rapporto sul debito italiano.

In buona evidenza a Milano i comparti Tecnologico (+3,03%), Materie prime (+0,92%) e Costruzioni (+0,71%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, vola STMicroelectronics, con una marcata risalita del 4% grazie alla promozione giunta dagli analisti di Barclays che hanno alzato il giudizio sul titolo a overweight.

Tra i petroliferi, Tenaris avanza dello 0,93%, traendo beneficio dalla risalita dei prezzi del greggio. 

Si muove in modesto rialzo Fiat, evidenziando un incremento dello 0,93%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banca Mediolanum, -4,78% che ha deluso il mercato con l’outlook sulle commissioni di performance e sul net interest. Gli esperti di Banca Akros hanno tagliato il giudizio a neutral.

Nel risparmio gestito, ancora sotto pressione Azimut, con un forte ribasso dell’1,08%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati positivi. Focus sulla Fed