Mercati in vena di acquisti. A Milano corre Saipem

(Teleborsa) – Partenza in verde per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che si allineano al mood positivo dei listini asiatici, oggi orfani delle Borse cinesi.

A far da traino è ancora una volta Wall Street, che ieri ha bypassato i timori per una politica monetaria più stringente alla luce degli ultimi dati sull’inflazione USA, optando per una nuova tornata di acquisti massicci sull’azionario.

Nessun dato macroeconomico market mover nel Vecchio Continente fatta eccezione per la bilancia commerciale dell’Eurozona.

Gli investitori si concentreranno soprattutto sugli interventi di alcuni membri del Board della Banca Centrale Europea (Sabine Lautenschläger, Peter Praet e Yves Mersch) in agenda oggi, con l’obiettivo di carpire eventuali indicazioni sulla politica monetaria futura dell’Eurotower.

Il bilancio è positivo per i listini azionari europei. Giornata rialzista anche per Piazza Affari.

Sul valutario l’Euro / Dollaro USA mostra un rialzo dello 0,32%.

Tra le commodities seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.354,6 dollari l’oncia mentre il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) balza dell’1,19% a 61,32 dollari per barile, complice anche la crescita sotto le attese delle scorte di greggio negli Stati Uniti.

Invariato lo spread, che si posiziona a 130 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta al 2,07%.

Tra le principali Borse europee Francoforte mostra un progresso dello 0,54%, Londra dello 0,35%, Parigi dello 0,92%.

Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,72%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 24.771 punti. Guadagni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,29%), come il FTSE Italia Star (0,4%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, Saipem scatta in pole position con un progresso del 2,52%, forte dellanuova commessa in Oman.

Ben comprata Prysmian, che segna un forte rialzo dell’1,61%.

Tenaris avanza dell’1,55% grazie anche al rafforzamento delle quotazioni del greggio.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Campari, che lascia sul parterre l’1,54%, e Recordati -1,35%, quest’ultima su prese di profitto dopo due sessioni in corsa.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mondadori (+2,96%) e Maire Tecnimont (+1,50%), quest’ultima in scia ad una nuova commessa.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Cementir, che lascia sul parterre quasi 4 punti percentuali nonostante i conti in rialzo annunciati ieri.

Mercati in vena di acquisti. A Milano corre Saipem
Mercati in vena di acquisti. A Milano corre Saipem