Mercati in stand-by. Tonica Piazza Affari

(Teleborsa) – Giornata all’insegna della cautela per i listini azionari europei. Ottima invece la performance di Piazza Affari, che prende un largo vantaggio rispetto al resto d’Europa.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,1%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.884,6 dollari l’oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 40,49 dollari per barile, con un ribasso dell’1,53%.

Retrocede di poco lo spread, che raggiunge quota +117 punti base, mostrando un piccolo calo di 1 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,62%.

Nello scenario borsistico europeo piatta Francoforte, che tiene la parità, si muove sotto la parità Londra, evidenziando un decremento dello 0,52%, e guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,33%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,27%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 22.691 punti.

Leggermente positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,4%); in frazionale calo il FTSE Italia Star (-0,22%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori servizi finanziari (+1,37%), tecnologia (+1,27%) e assicurativo (+1,14%).

Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori immobiliare (-1,39%), sanitario (-0,98%) e telecomunicazioni (-0,45%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Poste Italiane (+2,70%), BPER (+2,60%), Pirelli (+2,30%) e CNH Industrial (+1,86%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Atlantia, che continua la seduta con -4,09%.

Pessima performance per Amplifon, che registra un ribasso del 2,66%.

In rosso Inwit, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,27%.

Contrazione moderata per Italgas, che soffre un calo dello 0,94%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+8,66%), Ferragamo (+5,74%), doValue (+5,59%) e Tinexta (+4,88%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Carel Industries, che ottiene -2,99%.

Sessione nera per De’ Longhi, che lascia sul tappeto una perdita del 2,92%.

Spicca la prestazione negativa di Zignago Vetro, che scende dell’1,97%.

MARR scende dell’1,91%.

(Foto: © Federico Rostagno | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in stand-by. Tonica Piazza Affari