Mercati in stand-by. Incertezza su stop a vaccino Johnson&Johnson

(Teleborsa) – Giornata all’insegna della cautela per i listini azionari europei. Scambia sopra la parità Piazza Affari, migliore della maggior parte delle altre borse europee. Gli investitori saranno concentrati sull’andamento di Wall Street, dopo la sospensione del vaccino Johnson&Johnson per alcuni casi di trombosi sospetti.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,189. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,27%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un timido guadagno e segna un +0,47%.

In salita lo spread, che arriva a quota +105 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,77%.

Tra i mercati del Vecchio Continente poco mosso Francoforte, che mostra un +0,19%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un moderato -0,15%, e seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,30%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,30%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 26.774 punti.

In moderato rialzo il FTSE Italia Mid Cap (+0,27%); con analoga direzione, in rialzo il FTSE Italia Star (+0,82%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Amplifon (+5,15%), Campari (+1,82%), Stellantis (+1,53%) e Interpump (+1,50%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Italgas, che prosegue le contrattazioni a -1,34%.

Seduta negativa per Azimut, che mostra una perdita dell’1,28%.

Sotto pressione Telecom Italia, che accusa un calo dell’1,19%.

Scivola Banca Mediolanum, con un netto svantaggio dell’1,18%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Tod’s (+7,40%), Piaggio (+3,39%), Saras (+3,17%) e Esprinet (+2,89%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Cattolica Assicurazioni, che prosegue le contrattazioni a -3,06%.

In apnea Cofide, che arretra del 2,54%.

In rosso Technogym, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,49%.

Spicca la prestazione negativa di Guala Closures, che scende dell’1,42%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in stand-by. Incertezza su stop a vaccino Johnson&Johnson