Mercati in stand-by. Focus sulla Fed

(Teleborsa) – Partenza all’insegna della cautela per le principali borse europee con gli investitori prudenti in vista della decisione della Federal Reserve. Scontato un rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti, gli addetti ai lavori cercheranno di capire soprattutto quale sarà la futura politica monetaria USA. 

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,122 dopo che l’inflazione in Germania è stata confermata in rallentamento a maggio. Nessuna variazione significativa per l’oro, che scambia sui valori della vigilia a 1.268,2 dollari l’oncia. Vendite diffuse sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che continua la giornata a 46,12 dollari per barile dopo l’aumento a sorpresa delle scorte e dopo che l’OPEC ha comunicato una crescita della produzione nonostante l’impegno sui tagli.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 170 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,97%.

Tra gli indici di Eurolandia giornata moderatamente positiva per Francoforte, che sale di un frazionale +0,39%. Poco mosso Londra, che mostra un -0,15%. Tonica Parigi che evidenzia un bel vantaggio dello 0,73%. Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 21.115 punti.

In luce sul listino milanese i comparti Tecnologico (+1,42%), Alimentare (+1,09%) e Servizi per la finanza (+0,76%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Sanitario (-0,76%) e Automotive (-0,43%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Banco BPM (+1,79%) che ieri a mercato chiuso ha annunciato la vendita pro-soluto di un portafoglio di crediti in sofferenza assistiti da garanzie reali “secured” per un ammontare nominale complessivo pari a 693 milioni lordi di euro.

Tornano gli acquisti su STMicroelectronics (+1,42%). Denaro anche su Campari (+1,15%) e Atlantia (+1,04%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Fiat Chrysler, che ottiene -1,30%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, FILA (+1,27%), Tamburi (+1,25%), Cattolica Assicurazioni (+1,17%) e Beni Stabili (+1,08%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Amplifon, che continua la seduta con -6,20%: ieri Tamburi Investment Partners ed Ampliter hanno annunciato il collocamento di azioni Amplifon pari al 3,98% del capitale.

Tentenna Italmobiliare, con un modesto ribasso dello 0,62% entrata nel capitale di Tecnica.

Mercati in stand-by. Focus sulla Fed