Mercati in stand-by. Focus sulla BCE

(Teleborsa) – Partenza all’insegna della cautela per le principali borse europee con il sentiment degli investitori condizionati dall’attesa per la riunione della BCE, in calendario giovedì prossimo. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,06 in un contesto in cui la politica francese sembra ancora destinata a imprimere un orientamento al mercato. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.225,6 dollari l’oncia. Nessuna variazione significativa per il mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che si attesta sui valori della vigilia a 53,1 dollari per barile.

Lieve peggioramento dello spread, che sale a 183 punti base, con un aumento di 3 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,16%.

Tra i mercati del Vecchio Continente poco mosso Francoforte, che mostra un +0,03%. Sostanzialmente invariato Londra, +0,13%, mentre resta vicino alla parità Parigi (-0,1%). Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che continua la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 19.469 punti. 

In buona evidenza a Milano i comparti Tecnologico (+1,32%), Automotive (+0,62%) e Telecomunicazioni (+0,50%). In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti Chimico (-0,72%) e Materie prime (-0,51%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, andamento positivo per Ferrari, che avanza di un discreto +1,3%.

Ben comprata STMicroelectronics, che segna un forte rialzo dell’1,11%. Tra gli altri industriali, dimessa Leonardo -0,30% nonostante lo shopping in USA.

Nel lusso, Yoox avanza dello 0,91%.

Le peggiori performance, invece, si registrano ancora sulle banche, in particolare su BPER, -2,84%. 

Tra le utilities, giornata fiacca per Terna, -0,72%. Giù anche Snam, -0,67% che ha alzato il velo sui conti 2016 e sul piano al 2021 prima dell’avvio del mercato.

Dimessa Poste Italiane -0,08% dopo il rally della vigilia e in scia alle dichiarazioni dell’a.d. Francesco Caio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in stand-by. Focus sulla BCE