Mercati in rally in vista del Natale

(Teleborsa) – L’imminente pausa natalizia mette euforia ai listini europei, tutti in forte rialzo in quello che potrebbe essere l’inizio del rally di fine anno.

A far da traino in questa sessione caratterizzata da volumi decisamente sottili, sono stati i titoli energetici e delle materie prime alla luce del rimbalzo delle quotazioni di greggio e commodities.

Scarsi gli input macroeconomici dall’Eurozona mentre oltreoceano si segnalano l’ulteriore recupero delle vendite di case nuove, la ripresa dei consumi personali e la positiva lettura dell’indice dell’Università del Michigan sulla consumer confidence.

Tutte statistiche, queste, che sembrano confermare il buono stato di salute dell’economia statunitense, contribuendo all’andamento positivo di Wall Street, in rialzo dello 0,85% sull’indice S&P500.

Sul valutario, lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,088.
Tra le commodities, l’oro continua la seduta con un leggero calo dello 0,31% mentre il petrolio (Light Sweet Crude Oil) mostra un balzo del 3,60%.

Invariato lo spread, che si posiziona a 103 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,66%.

Tra gli indici di Eurolandia, decolla Francoforte, con un balzo del 2,28%. Ottime Londra +2,60% e Parigi +2,34%.

Giornata di forti guadagni per Piazza Affari, con il FTSE MIB in rialzo dell’1,65%, spezzando la serie negativa iniziata venerdì scorso.

Al termine della seduta della Borsa di Milano, risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 1,83 miliardi di euro, in rialzo dell’8,08% rispetto ai precedenti 1,7 miliardi; mentre i contratti si sono attestati a 174.263, rispetto ai precedenti 174.033, mentre i volumi scambiati sono passati da 0,5 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,59 miliardi.

Tra i 227 titoli scambiati sul listino milanese, 157 azioni hanno chiuso la seduta odierna in rialzo, mentre 58 hanno portato a casa una flessione. Poco variate le restanti 12 azioni.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, vola Fiat Chrysler Automobiles in attesa dello spin-off di Ferrari, che il prossimo 4 gennaio debutterà a Piazza Affari.

L’entusiasmo di FCA contagia anche Cnh Industrial, mentre la risalita dell’oro nero sostiene Tenaris e Saipem. 

Le più forti vendite, invece, si sono concentrate su Anima Holding vittima di prese di profitto nonostante la buona performance messa a segno dall’industria del risparmio gestito a novembre.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in rally in vista del Natale