Mercati in cauto rialzo. Focus sul mercato Forex

(Teleborsa) – Partenza all’insegna della cautela per le principali borse europee, così come per Piazza Affari. Il focus degli investitori resta puntato sul mercato Forex, in particolare sul cambio euro/dollaro, alla luce delle dichiarazioni del Presidente USA, Donald Trump.

Il numero uno della Casa Bianca ha affermato al World Economic Forum di Davos che il biglietto verde diventerà sempre più forte, contrariamente a quanto indicato dal Segretario al Tesoro USA, Mnuchin, favorevole a un tasso di cambio debole che “fa bene al commercio degli Stati Uniti”.

L’Euro / Dollaro USA continua gli scambi a 1,248 Euro / Dollaro USA, con un aumento dello 0,86%, all’indomani della riunione di politica monetaria della BCE e delle parole di Mario Draghi. Seduta positiva per l’oro, che sta portando a casa un guadagno dello 0,73%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 65,52 dollari per barile.

Invariato lo spread, che si posiziona a 136 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si attesta all’1,97%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Sostanzialmente tonica Londra, +0,23%. Guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,39%. Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 23.715 punti. 

Buona la performance a Milano dei comparti Automotive (+0,63%) e Beni personali e casalinghi (+0,48%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto Telecomunicazioni, che riporta una flessione di -0,51%.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, in luce Fiat Chrysler, +1,34% che ha raddoppiato l’utile nel 2017.

Nel lusso, frazionale la salita di Moncler, +0,82%.

Tornano le vendite, su BPER, che prosegue le contrattazioni a -0,75%. Contrazione moderata anche per Mediobanca, -0,66%. Sottotono UBI Banca -0,66%.

Dimessa Telecom Italia, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, De’Longhi (+2,54%), Fincantieri (+1,32%), OVS (+1,16%) e Vittoria Assicurazioni (+1,08%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Gima Tt, che ottiene -3,47%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in cauto rialzo. Focus sul mercato Forex