Mercati in accelerazione grazie alla Bank of England. In pole la Borsa di Milano

(Teleborsa) – Piazza Affari accelera assieme a Londra ed alle altre borse europee, in seguito alle decisioni della Bank of England contro il rischio Brexit: la banca centrale del Regno Unito ha tagliato i tassi e esteso il programma di quantitative easing, mostrandosi anche più interventista del previsto.

Fra gli eventi clou della mattinata anche il bollettino mensile della BCE, che ha confermato le preoccupazioni dell’istituto di Francoforte per il crescere dei rischi a ribasso relativi alla crescita dell’economia dell’Eurozona, assicurando anche un sostegno in termini di misure di stimolo. 

Il petrolio ritraccia dai massimi toccati nella notte in Asia, ma si mantiene molto prossimo ai 41 dollari al barile (-0,3%), contribuendo a sostenere il comparto energy. 

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,113. Scende lo spread, attestandosi a 122 punti base, con un calo di 3 punti base, mentre il BTP decennale riporta un rendimento dell’1,14%.

Tra i mercati del Vecchio Continente, buona performance per Francoforte, che cresce dell’1,02%, sostenuta Londra, con un discreto guadagno dell’1,44%, buoni spunti su Parigi, che mostra un ampio vantaggio dello 0,80%. Segno più per il listino italiano, che si conferma fra i migliori, con il FTSE MIB in aumento dell’1,04%. A sostenere la rimonta sono le Banche (+2,05%).

Tra i best performers di Milano, si distinguono Unicredit (+3,66%), UBI Banca (+3,45%) ed Unipol (+3,32%), quest’ultima nonostante gli utili dimezzati.

Brillante anche STMicroelectronics (+2,93%).

La peggiore performance è quella di Buzzi Unicem, che accusa un calo dell’1,23%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati in accelerazione grazie alla Bank of England. In pole la Borsa...