Mercati europei riflessivi

(Teleborsa) – Giornata all’insegna della cautela per i listini azionari europei, con gli investitori ancora presi dalle recenti riunioni di politica monetaria della Fed e della BCE, che hanno deciso entrambe per un taglio del costo del denaro di 25 punti base.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,106. L’Oro mostra un timido guadagno, con un progresso dello 0,33%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la sessione in rialzo e avanza a 58,67 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota +138 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,87%.

Tra i mercati del Vecchio Continente ferma Francoforte, che segna un quasi nulla di fatto, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia mentre Parigi passa di mano sulla parità.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,21%, mentre il FTSE Italia All-Share rimane a 24.137 punti. Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (+0,19%), come il FTSE Italia Star (-0,1%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori alimentare (+0,63%) e assicurativo (+0,47%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-0,81%), materie prime (-0,80%) e sanitario (-0,61%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Mediobanca (+1,36%), Prysmian (+1,05%), Campari (+0,61%) e ENI (+0,58%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -1,11%.

Giornata fiacca per STMicroelectronics, che segna un calo dello 0,96%.

Piccola perdita per Diasorin, che scambia con un -0,94%.

Tentenna Tenaris, che cede lo 0,80%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Piaggio (+2,69%), Tinexta (+2,30%), ASTM (+2,15%) e IREN (+1,55%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Biesse, che prosegue le contrattazioni a -1,29%.

Sotto pressione Inwit, con un forte ribasso dell’1,04%.

Sostanzialmente debole Cementir, che registra una flessione dello 0,94%.

Si muove sotto la parità Danieli, evidenziando un decremento dello 0,76%.

(Foto: © Alessandro Landi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei riflessivi