Mercati europei positivi spinti da crescita PMI manifatturiero

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei, con il FTSE MIB che mette a segno la stessa performance positiva del Vecchio Continente. Le borse sono spinte al rialzo dai dati positivi del comparto manifatturiero nell’eurozona a marzo e dal piano da 2.000 miliardi di euro per le infrastrutture USA presentato ieri sera da Joe Biden.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,173. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.707,5 dollari l’oncia. Giornata di forti guadagni per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), in rialzo dell’1,72%.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +95 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,65%.

Tra gli indici di Eurolandia si muove in modesto rialzo Francoforte, evidenziando un incremento dello 0,52%, bilancio positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,65%, e sostanzialmente tonico Parigi, che registra una plusvalenza dello 0,42%.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,41%, continuando la scia rialzista evidenziata da sette guadagni consecutivi, innescata il 24 del mese scorso; sulla stessa linea, lieve aumento per il FTSE Italia All-Share, che si porta a 26.933 punti.

Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,81%); come pure, in denaro il FTSE Italia Star (+0,96%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Recordati (+2,01%), Prysmian (+1,70%), Amplifon (+1,58%) e CNH Industrial (+1,48%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Pirelli, che continua la seduta con -1,52%.

Sostanzialmente debole Telecom Italia, che registra una flessione dello 0,63%.

Si muove sotto la parità Mediobanca, evidenziando un decremento dello 0,53%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Banca MPS (+5,68%), Cattolica Assicurazioni (+3,20%), Anima Holding (+1,89%) e Biesse (+1,88%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Autogrill, che ottiene -1,93%.

Contrazione moderata per Saras, che soffre un calo dello 0,90%.

Sottotono Credito Valtellinese che mostra una limatura dello 0,75%.

Deludente la Doria, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei positivi spinti da crescita PMI manifatturiero