Mercati europei positivi. Spicca Francoforte

(Teleborsa) – Si muovono in territorio positivo i principali mercati di Eurolandia. Sulla stessa scia rialzista il FTSE MIB. Spicca la performance positiva della Borsa di Francoforte, grazie al balzo oltre le stime della produzione industriale tedesca e ai rialzi di diverse aziende dopo le trimestrali, in particolare per Adidas, Siemens e BMW.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,09%. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.820 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 64,71 dollari per barile.

Lo Spread peggiora, toccando i +114 punti base, con un aumento di 5 punti base rispetto al valore precedente, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,92%.

Tra gli indici di Eurolandia andamento positivo per Francoforte, che avanza di un discreto +1,27%, piccoli passi in avanti per Londra, che segna un incremento marginale dello 0,60%, e Parigi è stabile, riportando un moderato +0,2%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,32%, continuando la scia rialzista evidenziata da tre guadagni consecutivi, innescata mercoledì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share avanza in maniera frazionale, arrivando a 26.885 punti.

Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,65%); con analoga direzione, guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,6%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, svetta Unipol che segna un importante progresso del 3,37%.

Vola CNH Industrial, con una marcata risalita del 2,12%.

Ben comprata A2A, che segna un forte rialzo dell’1,55%.

STMicroelectronics avanza dell’1,54%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tenaris, che prosegue le contrattazioni a -2,31%.

Calo deciso per Inwit, che segna un -1,06%.

Sotto pressione Campari, con un forte ribasso dell’1,06%.

Piccola perdita per Ferrari, che scambia con un -0,66%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Carel Industries (+7,14%, ai massimi da agosto 2020 dopo trimestrale positiva), Technogym (+3,72%), Brunello Cucinelli (+2,86%) e Anima Holding (+1,88%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su GVS, che prosegue le contrattazioni a -2,25%.

Soffre Sesa, che evidenzia una perdita dell’1,34%.

Tentenna Italmobiliare, che cede lo 0,88%.

Sostanzialmente debole Saras, che registra una flessione dello 0,75%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei positivi. Spicca Francoforte