Mercati europei positivi. Si allentano timori guerra commerciale

(Teleborsa) – Si conclude in forte rialzo la seduta delle piazze finanziarie del Vecchio Continente, sostenute dal buon andamento di Wall Street. 

I mercati europei, già partiti stamane in buon rialzo, complici i segnali di dialogo tra Stati e Cina sulle barriere commerciali, hanno ampliato la performance grazie anche a qualche acquisto selettivo, specie su alcune big quotate a Piazza Affari. In particolare, FCA che ha confermato lo scorporo di Magneti Marelli entro la prima parte del 2019 e, TIM, sulla notizia ufficiosa di un ingresso di CDP con una quota del 5% che sarà comprata ai blocchi. 

Lieve calo dell’Euro / Dollaro USA, che scende a quota 1,222. Cresce l’attesa per il Job Report statunitense, in agenda domani, dopo il boom di occupati segnalato da ADP.
Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,44%. Seduta sulla parità per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che si attesta a 63,41 dollari per barile.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 126 punti base, con un timido incremento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all’1,78%. Intanto si sono concluse le consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo Governo.

Tra i mercati del Vecchio Continente svetta Francoforte che segna un importante progresso del 2,90%. Vola Londra, con una marcata risalita del 2,35%. Chiude con un +2,62% ParigiA Milano, chiude in deciso rialzo il FTSE MIB (+2,35%), che raggiunge i 22.970 punti. 

Il controvalore degli scambi nella seduta odierna a Piazza Affari è stato pari a 3,03 miliardi di euro, con un incremento di ben 413,4 milioni di euro, pari al 15,77%, rispetto ai precedenti 2,62 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,78 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 1,3 miliardi.

A fronte dei 228 titoli scambiati, sono giunte richieste di acquisto per 171 azioni. In lettera invece 43 titoli. Pressoché stabili le rimanenti 14 stocks.

Telecomunicazioni (+4,64%), Materie prime (+4,56%) e Costruzioni (+3,82%) in buona luce sul listino milanese. In fondo alla classifica, sensibili ribassi si sono manifestati nel comparto Chimico, che ha riportato una flessione di -0,58%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Telecom Italia (+5,22%), Fiat Chrysler (+4,85%), Tenaris (+4,60%) e Buzzi Unicem (+4,50%).

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Cementir (+6,45%), Piaggio (+4,15%), IGD (+3,95%) e Amplifon (+3,61%). Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Mutuionline, che ha chiuso a -1,70%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei positivi. Si allentano timori guerra commerciale