Mercati europei positivi. Occhi sull’inflazione USA

(Teleborsa) – Si confermano al rialzo i principali mercati di Eurolandia sulla scorta dell’ottimismo per la riapertura della Cina e in scia alle scommesse per un rallentamento della stretta monetaria. A tal proposito l’attenzione degli investitori si focalizza sull’inflazione americana, dato più rilevante dell’ottava, in agenda giovedì prossimo.

Il focus degli addetti ai lavori è rivolto alle banche centrali: giovedì sarà diffuso il bollettino economico della BCE, mentre in settimana sono previsti gli interventi di diversi funzionari. In particolare, i discorsi di martedì di Jerome Powell, numero uno della Fed, Andrew Bailey, governatore della Bank of England, e di Isabel Schnabel, membro BCE. Atteso anche l’intervento, giovedì, del falco James Bullard, che quest’anno non è più un membro votante del Fomc.

Sul fronte societario, da seguire Anima Holding dopo i dati sulla raccolta netta a dicembre e Maire Tecnimont che a Doha, in Qatar, ha avviato ufficialmente il contratto petrolchimico EPC. Focus inoltre su Saes Getters che ha sottoscritto un accordo vincolante con la statunitense Resonetics per la cessione del business del Nitinol e su Stellantis che ha siglato un’intesa con Element 25 Limited. Punta al rialzo la performance di TIM dopo che il fondo infrastrutturale Macquarie, socio di Cassa Depositi e Prestiti in Open Fiber, ha detto di essere favorevole al piano del governo per la creazione di una rete tlc nazionale. Corre MPS dopo le parole rassicuranti dell’AD, Luigi Lovaglio. Brilla Ferrari che ha incassato un upgrade da Citi.

Sul mercato valutario, lieve aumento per l’Euro / Dollaro USA, che mostra un rialzo dello 0,41%. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,40%. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo del 3,04%.

Piccolo passo verso l’alto dello spread, che raggiunge quota +201 punti base, mostrando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 4,28%.

Tra gli indici di Eurolandia composta Francoforte, che cresce di un modesto +0,48%, trascurata Londra, che resta incollata sui livelli della vigilia; performance modesta per Parigi, che mostra un moderato rialzo dello 0,22%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 25.317 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,64%, portandosi a 27.422 punti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ottima performance per Telecom Italia, che registra un progresso del 5,35%.

Si muove in territorio positivo Ferrari, mostrando un incremento del 2,35%.

Denaro su Iveco, che registra un rialzo dell’1,96%.

Bilancio decisamente positivo per Tenaris, che vanta un progresso dell’1,68%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su ERG, che continua la seduta con -1,92%.

Tentenna Italgas, con un modesto ribasso dell’1,20%.

Giornata fiacca per Generali Assicurazioni, che segna un calo dell’1,15%.

Piccola perdita per Enel, che scambia con un -1,09%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Bff Bank (+4,47%), Tinexta (+3,75%), GVS (+3,54%) e De’ Longhi (+3,49%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Caltagirone SpA, che ottiene -0,94%.

Tentenna Intercos, che cede lo 0,85%.

Sostanzialmente debole Rai Way, che registra una flessione dello 0,64%.

Si muove sotto la parità Alerion Clean Power, evidenziando un decremento dello 0,63%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:

Lunedì 09/01/2023
08:00 Germania: Produzione industriale, mensile (atteso 0,1%; preced. -0,4%)
08:45 Francia: Partite correnti (preced. -3,4 Mld Euro)
10:00 Italia: Tasso disoccupazione (atteso 7,8%; preced. 7,9%)
11:00 Unione Europea: Tasso disoccupazione (atteso 6,5%; preced. 6,5%)

Martedì 10/01/2023
00:30 Giappone: Spese reali famiglie, mensile (atteso -0,5%; preced. 1,1%).