Mercati europei positivi, Milano inclusa

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei, con il FTSE MIB che mette a segno la stessa performance positiva del Vecchio Continente. Un aiuto arriva dai future sugli indici a stelle e strisce che, positivi, anticipano una partenza tonica per la borsa di Wall Street, più tardi. L’entusiasmo degli operatori punta su un’accelerazione della campagna vaccinale e di riflesso della crescita economica, ma sullo sfondo restano i timori per i possibili effetti su tassi e inflazione, specialmente negli USA.

Sul mercato valutario, leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,19. Seduta positiva per l’oro, che sta portando a casa un guadagno dell’1,44%. Forte rialzo per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mette a segno un guadagno dell’1,14%.

Lieve calo dello spread, che scende a +102 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta allo 0,69%.

Tra le principali Borse europee guadagno moderato per Francoforte, che avanza dello 0,33%, bilancio decisamente positivo per Londra, che vanta un progresso dello 0,71%. Piccoli passi in avanti per Parigi, che segna un incremento marginale dello 0,32%. Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 23.783 punti; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,63%, portandosi a 25.864 punti.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti media (+2,66%), viaggi e intrattenimento (+1,82%) e utility (+1,66%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti bancario (-1,01%), immobiliare (-1,00%) e materie prime (-0,65%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Amplifon (+3,59%), Inwit (+3,35%), Leonardo (+2,87%) e Prysmian (+2,80%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -1,87%.

Sotto pressione Unicredit, con un forte ribasso dell’1,67%.

Soffre Tenaris, che evidenzia una perdita dell’1,63%.

Preda dei venditori Pirelli, con un decremento dell’1,01%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Cerved Group (+19,09%), ERG (+5,95%), Tinexta (+4,78%) e Falck Renewables (+3,99%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Banca Popolare di Sondrio, che prosegue le contrattazioni a -0,73%.

Deludente Sanlorenzo, che si adagia poco sotto i livelli della vigilia.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei positivi, Milano inclusa