Mercati europei positivi. Focus su trimestrali e dati macro

(Teleborsa) – Lieve aumento per il FTSE MIB, al pari delle principali Borse Europee. La giornata odierna è caratterizzata dalla diffusione di numerosi dati macroeconomici: l’economia tedesca è cresciuta leggermente nel primo trimestre di quest’anno; la crescita economica della Francia è stata pari a zero nel primo trimestre, con la spesa dei consumatori scesa a causa dell’inflazione record. Inoltre, in Italia l’inflazione è frenata ad aprile, pur rimanendo ai massimi dal 1991, mentre in Eurozona è continuata a salire.

Il PIL italiano ha registrato una flessione, dopo quattro trimestri di crescita, nei primi tre mesi del 2022. “Il PIL a inizio anno è calato soprattutto per via del picco dell’ondata pandemica (come visibile dal contributo negativo del settore dei servizi), mentre non sembra aver risentito ancora appieno degli effetti della crisi geopolitica internazionale (nemmeno considerando il solo canale di trasmissione dei prezzi)”, ha commentato Paolo Mameli, senior economist della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.

Positiva ENI dopo i risultati del primo trimestre. “Riteniamo che il set di risultati significativamente migliori delle attese abbia implicazioni positive per il titolo. La qualità degli utili è confermata dalla generazione di cassa superiore alle nostre stime”, hanno commentato gli analisti di Equita.

Piatta Generali, con l’assemblea odierna che ha votato a favore della lista del CdA uscente con il 55,992% del capitale presente in assemblea, confermando quindi il CEO Philippe Donnet per un altro mandato alla guida del Leone di Trieste.

Leggera crescita dell’Euro / Dollaro USA, che sale a quota 1,056. L’Oro, in aumento (+1,12%), raggiunge 1.915,2 dollari l’oncia. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno dell’1,01%.

Balza in alto lo spread, posizionandosi a +186 punti base, con un incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 2,76%.

Tra gli indici di Eurolandia in luce Francoforte, con un ampio progresso dello 0,74%, sostanzialmente invariato Londra, che riporta un moderato +0,16%, e seduta senza slancio per Parigi, che riflette un moderato aumento dello 0,40%.

Seduta in lieve rialzo per Piazza Affari, con il FTSE MIB, che avanza a 24.171 punti, proseguendo la serie positiva iniziata mercoledì scorso; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 26.433 punti.

Positivo il FTSE Italia Mid Cap (+0,73%); sulla stessa tendenza, in denaro il FTSE Italia Star (+0,81%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Tenaris (+3,59%), Nexi (+2,04%), CNH Industrial (+1,83%) e Recordati (+1,81%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Banco BPM, che ottiene -1,22%.

Scivola Pirelli, con un netto svantaggio dell’1,18%.

Pensosa Snam, con un calo frazionale dello 0,61%.

Tentenna Amplifon, con un modesto ribasso dello 0,58%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mfe A (+4,66%), Ferragamo (+3,89%), Reply (+2,99%) e Sanlorenzo (+2,85%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Ariston Holding, che ottiene -4,46%.

Seduta negativa per Anima Holding, che scende del 3,53%.

In rosso Intercos, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,68%.

Spicca la prestazione negativa di Mutuionline, che scende dell’1,20%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull’andamento dei mercati:

Venerdì 29/04/2022
07:30 Francia: PIL, trimestrale (atteso 0,3%; preced. 0,8%)
08:45 Francia: Prezzi produzione, mensile (preced. 0,9%)
08:45 Francia: Prezzi consumo, annuale (atteso 4,5%; preced. 4,5%)
08:45 Francia: Prezzi consumo, mensile (atteso 0,2%; preced. 1,4%)
09:00 Spagna: PIL, trimestrale (atteso 0,5%; preced. 2,2%).