Mercati europei positivi

(Teleborsa) – Le principali borse europee concludono la prima seduta della settimana in tono rialzista, con gli investitori in attesa per il nuovo pacchetto di stimoli economici, attualmente in discussione, per l’economia americana. Le contrattazioni oltreoceano, infatti, proseguono all’insegna dell’euforia: l’S&P-500 balza dell’1,51%.

Sul mercato valutario, sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,183. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.922,4 dollari l’oncia. Giornata da dimenticare per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia a 39,33 dollari per barile, con un ribasso del 3,13%.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a +121 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,67%.

Tra i mercati del Vecchio Continente piccoli passi in avanti per Francoforte, che segna un incremento marginale dello 0,67%. Contrazione moderata per Londra, che soffre un calo dello 0,25%. Giornata moderatamente positiva per Parigi, che sale di un frazionale +0,66%. Piazza Affari conclude la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,63%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,50%, portandosi a 21.546 punti.

Alimentare (+1,90%), utility (+1,82%) e tecnologia (+1,39%) in buona luce sul listino milanese.

Nel listino, i settori viaggi e intrattenimento (-3,41%), vendite al dettaglio (-2%) e media (-1,97%) sono tra i più venduti.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, ottima performance per Interpump, che registra un progresso del 7,11%, grazie alle indicazioni fornite dal numero uno del Gruppo, Fulvio Montipò, che ha ipotizzato un impatto “limitato” della crisi sull’andamento del business.

Exploit di Prysmian, che mostra un rialzo del 2,60%.

Su di giri Terna (+2,18%).

Acquisti a piene mani su Enel, che vanta un incremento del 2,17%.

Dal lato dei ribassi, Saipem ottiene -3,08%.

Pessima performance per Leonardo, che registra un ribasso del 2,84%.

Sessione nera per BPER, che lascia sul tappeto una perdita del 2,54%.

In rosso Atlantia, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,74%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Danieli (+5,97%), La Doria (+4,06%), Tinexta (+2,96%) e Zignago Vetro (+2,74%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Falck Renewables, che ottiene -6,14%.

In caduta libera Saras, che affonda del 5,14%.

Pesante Banca MPS, che segna una discesa di ben -4,37 punti percentuali.

Seduta drammatica per Cattolica Assicurazioni, che crolla del 4,25%.

(Foto: © Simona Flamigni | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei positivi