Mercati europei orientati al rialzo

(Teleborsa) – Acquisti diffusi sui listini azionari europei, con il FTSE MIB che mette a segno la stessa performance positiva del Vecchio Continente dopo il finale positivo di Tokyo e quello invariato di Wall Street.

Dal fronte macro buone notizie per l’Italia sulla bilancia commerciale, con il surplus stimato in aumento a settembre.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,07%. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,54%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) è sostanzialmente stabile su 56,79 dollari per barile.

Migliora lo spread (differenziale tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco), scendendo a +162 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,28%.

Tra gli indici di Eurolandia bilancio positivo per Francoforte, che vanta un progresso dello 0,38%, sostanzialmente tonica Londra, che registra una plusvalenza dello 0,29%, e guadagno moderato per Parigi, che avanza dello 0,69%.

Il listino milanese mostra un timido guadagno, con il FTSE MIB che sta mettendo a segno un +0,53%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share procede a piccoli passi, avanzando a 25.677 punti. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,52%), come il FTSE Italia Star (0,7%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti tecnologia (+1,35%), media (+1,15%) e servizi finanziari (+0,88%).

Il settore chimico, con il suo -2,61%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, ben comprata Saipem, che segna un forte rialzo dell’1,77%.

Unipol avanza dell’1,57%.

Si muove in territorio positivo Prysmian, mostrando un incremento dell’1,48%.

Denaro su Diasorin, che registra un rialzo dell’1,37%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Fineco, che continua la seduta con -0,87%.

Tentenna Italgas, che cede lo 0,68%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Datalogic (+5,35%), Zignago Vetro (+3,14%), Credito Valtellinese (+3,11%) e Reply (+2,89%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su ERG, che ottiene -1,68%.

Si concentrano le vendite su Cerved Group, che soffre un calo dell’1,03%.

Vendite su Ivs Group, che registra un ribasso dell’1,02%.

Sostanzialmente debole IREN, che registra una flessione dello 0,79%.

(Foto: © Antonio Truzzi | 123RF)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei orientati al rialzo