Mercati europei in stand-by

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee, dopo il finale positivo di ieri di Wall Street.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che scambia a 1,044. L’Oro prosegue gli scambi con guadagno frazionale dello 0,21%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,04%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a 150 punti base, con un timido incremento di 2 punti base.

Tra i mercati del Vecchio Continente senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, ferma Londra, che segna un quasi nulla di fatto, trascurata Parigi, che resta incollata sui livelli della vigilia.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 19.024 punti; rimane ai nastri di partenza il FTSE Italia All-Share, che si posiziona a 20.666 punti, in prossimità dei livelli precedenti. Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (+0,17%); guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,29%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Generali Assicurazioni (+1,83%), Recordati (+1,66%), STMicroelectronics (+1,17%) e Banca MPS (+1,16%) dopo l’ok di Consob alla proroga sulla conversione bond. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Unicredit, che cede lo 0,93%. Discesa modesta per UBI Banca, che arretra dello 0,84%. Pensosa Unipol, con un calo frazionale dello 0,83%. Tentenna Finecobank, con un modesto ribasso dello 0,82%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, FILA (+1,42%), Juventus Fc (+1,26%), Credito Valtellinese (+1,24%) e Reply (+1,10%). I più forti ribassi, invece, si verificano su Credem -1,73%. Giornata fiacca per Sias, che mostra un calo dello 0,93%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti, in Unione Europea verrà distribuito l’Indice dei Prezzi al Consumo alle 11:00 di stamattina che, in base alle analisi degli esperti del settore, è previsto pari a 0,6%.

Mercati europei in stand-by