Mercati europei in stand-by, scende lo spread

(Teleborsa) – Si chiude all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee, la prima del mese di agosto. Anche la borsa di Milano, che per la prima parte di seduta era stata in corsa solitaria, si allinea alla cautela che regna in Europa e termina sulla linea di parità. Senza direzione intanto l’S&P-500 sulla borsa a stelle e strisce. In netto calo lo spread e il rendimento del BTP decennale italiano, che è sceso sotto il 3% e ha raggiunto il minimo da fine maggio. A influire sono un maggior ottimismo per gli sviluppi della politica italiana e una riduzione delle attese sui rialzi dei tassi da parte della BCE.

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,49%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.769,3 dollari l’oncia. Forte riduzione del petrolio (Light Sweet Crude Oil) (-5,75%), che ha toccato 92,95 dollari per barile.

Ottimo il livello dello spread, che scende fino a +215 punti base, con un calo di 12 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni che si posiziona al 2,86%.

Tra gli indici di Eurolandia andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a -0,03%, poco mosso Londra, che mostra un -0,13%, e sostanzialmente invariato Parigi, che riporta un moderato -0,18%.

Piazza Affari archivia la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,11% sul FTSE MIB, mentre, al contrario, chiude con il vento in poppa il FTSE Italia All-Share, che arriva a 24.537 punti. Consolida i livelli della vigilia il FTSE Italia Mid Cap (+0,01%); sulla stessa tendenza, sulla parità il FTSE Italia Star (-0,05%).

A Piazza Affari risulta che il controvalore degli scambi nella seduta odierna è stato pari a 2,43 miliardi di euro, con un incremento di ben 453,1 milioni di euro, pari al 22,90% rispetto ai precedenti 1,98 miliardi; mentre i volumi scambiati sono passati da 0,52 miliardi di azioni della seduta precedente agli odierni 0,65 miliardi di azioni.

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, brilla Saipem, con un forte incremento (+4,2%).

Ottima performance per Generali Assicurazioni, che registra un progresso del 2,06%.

Ben comprata Leonardo, che segna un forte rialzo dell’1,49%.

Intesa Sanpaolo avanza dell’1,19%.

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su Exor, che ha chiuso a -3,66%. La holding ha comunicato venerdì che lascerà Piazza Affari per quotarsi ad Amsterdam entro metà agosto.

Calo deciso per A2A, che segna un -3,62%.

Sotto pressione CNH Industrial, con un forte ribasso del 3,29%.

Pesante Iveco, che segna una discesa di ben -3,17 punti percentuali.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Saras (+7,16%), Banca MPS (+4,30%), Ascopiave (+2,16%) e Antares Vision (+2,11%).

Le peggiori performance, invece, si sono registrate su IREN, che ha chiuso a -3,86%.

Seduta negativa per Cementir Holding, che scende del 2,52%.

Sensibili perdite per Acea, in calo del 2,41%.

In apnea Sesa, che arretra del 2,25%.

Tra i dati macroeconomici rilevanti:

Lunedì 01/08/2022
02:30 Giappone: PMI manifatturiero (preced. 52,7 punti)
03:45 Cina: PMI manifatturiero Caixin (atteso 51,5 punti; preced. 51,7 punti)
08:00 Germania: Vendite dettaglio, mensile (atteso 0,2%; preced. 1,2%)
08:00 Germania: Vendite dettaglio, annuale (atteso -8%; preced. 1,1%)
10:00 Unione Europea: PMI manifatturiero (atteso 49,6 punti; preced. 52,1 punti).