Mercati europei in stand-by. Negativo il settore bancario

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela imperante in Europa, e scambia sulla linea di parità. Pesano le performance negative del settore bancario, con il default del fondo Archegos che ha fatto crollare le azioni di Credit Suisse (-13%).

L’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,178. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.725,1 dollari l’oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,52%.

Piccolo passo verso l’alto dello spread, che raggiunge quota +97 punti base, mostrando un aumento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,63%.

Tra le principali Borse europee andamento cauto per Francoforte, che mostra una performance pari a +0,17%, tentenna Londra, con un modesto ribasso dello 0,30%, e poco mosso Parigi, che mostra un +0,18%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 24.369 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 26.543 punti.

Sulla parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,07%); sulla stessa linea, senza direzione il FTSE Italia Star (-0,05%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori utility (+2,43%), media (+1,95%) e tecnologia (+1,37%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, bilancio decisamente positivo per Telecom Italia, che vanta un progresso dell’1,24%.

Buona performance per Moncler, che cresce dell’1,15%.

Sostenuta Inwit, con un discreto guadagno dell’1,02%.

Sostanzialmente tonico Recordati, che registra una plusvalenza dello 0,95%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su BPER, che continua la seduta con -1,69%.

Si concentrano le vendite su Exor, che soffre un calo dell’1,35%.

Vendite su Unicredit, che registra un ribasso dell’1,08%.

Seduta negativa per CNH Industrial, che mostra una perdita dell’1,07%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, GVS (+3,03%), IREN (+1,36%), Esprinet (+1,30%) e Rai Way (+1,26%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Mutuionline, che ottiene -1,25%.

Sotto pressione Astaldi, che accusa un calo dell’1,14%.

Giornata fiacca per Tod’s, che segna un calo dello 0,98%.

Piccola perdita per MARR, che scambia con un -0,96%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in stand-by. Negativo il settore bancario