Mercati europei in stand-by in attesa della Fed

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee, in vista della decisione di stasera del FOMC della Fed sui tassi d’interesse, anche se le previsioni sono per un nulla di fatto. 
Sotto osservazione anche la questione dazi tra UE e USA, dopo la decisione di Trump di prorogare le trattative per un mese. 

Dal fronte macro si attende la diffusione del PIL trimestrale italiano ed europeo, alle ore 11:00. 

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,19%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.309,9 dollari l’oncia. Seduta positiva per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che guadagna lo 0,85%.

Lo Spread tra il rendimento del BTP e quello del Bund tedesco si riduce, attestandosi a 118 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona all’1,76%. Domani 3 maggio 2018 si riunirà la direzione del Pd per decidere su una possibile coalizione con il M5S nella formazione del nuovo Governo. 

Tra i mercati del Vecchio Continente andamento cauto per Francoforte +0,06%, piccolo passo in avanti per Londra +0,33%, limature per Parigi -0,13%.

A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 24.018 punti.

Tecnologico (+1,82%), Sanitario (+1,01%) e Costruzioni (+0,88%) in buona luce sul listino milanese.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Ferragamo (+2,32%), STMicroelectronics (+2,18%), Brembo (+1,06%) e Tenaris (+1,00%) nel giorno dell’assemblea.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Datalogic (+2,08%), Saras (+2,02%), Salini Impregilo (+2,02%) e Amplifon (+1,48%). Offerta Danieli -0,88%. Perdita per Inwit, che scambia con un -0,82%. Tentenna OVS, che cede lo 0,79%. Sostanzialmente debole IREN, che registra una flessione dello 0,71%.

Mercati europei in stand-by in attesa della Fed