Mercati europei in stand-by. Focus sui dati macro

(Teleborsa) – Partenza in cauto rialzo per le principali borse europee il giorno dopo che il Beige Book della Federal Reserve ha parlato di rallentamento della prima economia mondiale in alcune regioni. 

Il rapporto pubblicato ogni sei settimane sullo stato di salute dell’economia USA, sarà usato nella prossima riunione della banca centrale statunitense in calendario il 13 e 14 giugno: in quella data potrebbe essere annunciato un nuovo rialzo dei tassi, dopo quello di marzo che ha portato il costo del denaro allo 0,75-1%. 

L’Euro / Dollaro USA prosegue gli scambi con un guadagno frazionale dello 0,57%. Lieve calo dell’oro, che scende a 1.266,7 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+0,97%), raggiunge 48,79 dollari per barile.

Sulla parità lo spread, che rimane a quota 188 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,18%.

Nello scenario borsistico europeo incolore Francoforte, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente. Performance modesta per Londra, che mostra un moderato rialzo dello 0,42%. Resistente Parigi, che segna un piccolo aumento dello 0,29%. Lieve aumento per la Borsa Milanese, con il FTSE MIB che sale dello 0,41% a 20.817 punti. 

In buona evidenza a Milano i comparti Materie prime (+1,29%), Beni e servizi per l’industria (+1,03%) e Automotive (+0,73%). In fondo alla classifica, sensibili ribassi si manifestano nel comparto Tecnologico, che riporta una flessione di -0,50%.

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Atlantia, che vanta un incisivo incremento del 2,10%.

In luce Italgas, con un ampio progresso dell’1,70% sulla scia del piano industriale al 2023.

Andamento positivo per Fiat Chrysler, che avanza di un discreto +1,44%. Attesi stasera i numeri sulle immatricolazioni di auto, relativi al mese di maggio.

Tra i petroliferi, Tenaris avanza dello 0,97%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -0,61%.

Sottotono Ferragamo che mostra una limatura dello 0,56%.

Mercati europei in stand-by. Focus sui dati macro