Mercati europei in recupero ma resta incertezza

(Teleborsa) – Le principali borse europee tagliano il traguardo di metà seduta risalendo dai minimi di seduta, anche se resta incertezza tra gli investitori preoccupati per le conseguenze economiche della pandemia di coronavirus mentre diversi paesi hanno esteso il lockdown.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,67%. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.626 dollari l’oncia. Crolla il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) del 5,53%, scendendo fino a 20,32 dollari per barile.

In deciso rialzo lo spread, che si posiziona a +192 punti base, con un forte incremento di 11 punti base, mentre il BTP con scadenza 10 anni riporta un rendimento dell’1,39%.

Tra gli indici di Eurolandia Francoforte è stabile, riportando un moderato +0,1%. Dimessa Londra, con un calo frazionale dello 0,64%. Sotto pressione Parigi, che accusa un calo dello 0,78%. Il listino milanese continua la seduta poco sotto la parità, con il FTSE MIB che lima lo 0,68%, dove le banche sono le più penalizzate, dopo la raccomandazione della BCE a tutti gli istituti di credito di non pagare dividendi o effettuare buyback almeno fino a ottobre.

Si distinguono a Piazza Affari i settori sanitario (+2,58%), tecnologia (+2,07%) e petrolio (+1,78%).

Tra i peggiori della lista di Piazza Affari, in maggior calo i comparti bancario (-4,91%), immobiliare (-2,54%) e chimico (-2,27%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza Diasorin (+5,90%), Juventus (+4,98%), Recordati (+3,44%) e Italgas (+3,02%).

I più forti ribassi, invece, si verificano sulle banche: Unicredit, continua la seduta con -6,86%; Intesa Sanpaolo, con un ribasso del 4,77%. Crolla Fineco, con una flessione del 3,89%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Mediaset (+3,11%), Inwit (+2,66%), IMA (+2,33%) e Piaggio (+1,44%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Carel Industries, che ottiene -7,56%.

Vendite a piene mani su Cerved Group, che soffre un decremento del 7,16%.

Pessima performance per Banca Mediolanum, che registra un ribasso del 5,32%.

Sessione nera per Banca Farmafactoring, che lascia sul tappeto una perdita del 5,21%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in recupero ma resta incertezza