Mercati europei in recupero grazie a indici PMI positivi

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee. Anche la borsa di Milano si allinea alla cautela imperante in Europa, e scambia sulla linea di parità. C’è stato un recupero rispetto all’apertura, grazie a indici PMI migliori del previsto per il mese di marzo, che hanno attestato che per la prima volta in sei mesi l’economia dell’eurozona è tornata a crescere.

L’Euro / Dollaro USA è sostanzialmente stabile e si ferma su 1,183. Lieve aumento dell’oro, che sale a 1.733,7 dollari l’oncia. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 2,77%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +95 punti base, con un timido incremento di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,59%.

Tra i listini europei pensosa Francoforte, con un calo frazionale dello 0,38%, incolore Londra, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente, e senza slancio Parigi, che negozia con un -0,15%.

Sosta sulla parità la Borsa di Milano, con il FTSE MIB che si attesta a 24.136 punti; sulla stessa linea, si muove intorno alla parità il FTSE Italia All-Share, che continua la giornata a 26.286 punti.

Pressoché invariato il FTSE Italia Mid Cap (-0,13%); sulla stessa linea, sui livelli della vigilia il FTSE Italia Star (-0,2%).

Buona la performance a Milano dei comparti utility (+2,43%), media (+1,95%) e tecnologia (+1,37%).

In fondo alla classifica, i maggiori ribassi si manifestano nei comparti telecomunicazioni (-4,77%), bancario (-2,02%) e servizi finanziari (-2,02%).

Tra le migliori Blue Chip di Piazza Affari, andamento positivo per ENI, che avanza di un discreto +1,36%.

Ben comprata Exor, che segna un forte rialzo dell’1,25%.

STMicroelectronics avanza dell’1,08%.

Si muove in territorio positivo Stellantis, mostrando un incremento dell’1,04%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Leonardo, che prosegue le contrattazioni a -5,87%.

Pessima performance per Amplifon, che registra un ribasso del 2,62%.

Tentenna Campari, con un modesto ribasso dello 0,63%.

Giornata fiacca per Fineco, che segna un calo dello 0,56%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, FILA (+2,80%), Mutuionline (+2,43%), Saras (+2,43%) e Datalogic (+1,76%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Sanlorenzo, che ottiene -2,22%.

Spicca la prestazione negativa di Falck Renewables, che scende dell’1,63%.

Esprinet scende dell’1,31%.

Calo deciso per Sesa, che segna un -1,3%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in recupero grazie a indici PMI positivi