Mercati europei in ordine sparso. Giù Milano

(Teleborsa) – Si muove in frazionale ribasso Piazza Affari, mentre Eurolandia cresce con moderazione, in una seduta volatile e contrastata. Gli investitori tornano a sposare un atteggiamento più prudente, valutando le incertezze sui tempi della commercializzazione del vaccino Covid.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,1%. L’Oro continua la sessione in rialzo e avanza a quota 1.879,5 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua gli scambi, con un aumento dell’1,24%, a 40,79 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a +122 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona allo 0,72%.

Tra i mercati del Vecchio Continente senza spunti Francoforte, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi, sostenuta Londra, con un discreto guadagno dell’1,14%. Buoni spunti su Parigi, che mostra un ampio vantaggio dell’1%. Prevale la cautela a Piazza Affari, con il FTSE MIB che continua la seduta con un leggero calo dello 0,59%; sulla stessa linea, depressa il FTSE Italia All-Share, che scambia sotto i livelli della vigilia a 22.399 punti.

In luce sul listino milanese i comparti immobiliare (+6,19%), media (+2,27%) e bancario (+1,34%).

Nella parte bassa della classifica del listino azionario italiano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-3,22%), automotive (-2,23%) e sanitario (-1,95%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, exploit di Leonardo, che mostra un rialzo del 5,19%, spinta dalla notizia di una possibile quotazione della controllata americana Drs, seppur nessuna decisione sia stata ancora presa.

Su di giri Atlantia (+4,6%). Denaro sulle banche: Unicredit, che vanta un incremento del 2,89%. Effervescente Intesa Sanpaolo, con un progresso del 2,41%. Giù, invece, Fineco, che continua la seduta con -4,64%.

Tonfo di Ferrari, che mostra una caduta del 4,42%.

Calo deciso per Banca Generali, che segna un -3,84%.

Lettera su Prysmian, che registra un importante calo del 3,37%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Cerved Group (+4,60%), doValue (+4,24%), Maire Tecnimont (+4,05%) e Mediaset (+4,02%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Technogym, che ottiene -4,27%.

Affonda Tinexta, con un ribasso del 3,73%.

Crolla Sanlorenzo, con una flessione del 3,30%.

Vendite a piene mani su Sesa, che soffre un decremento del 3,29%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in ordine sparso. Giù Milano