Mercati europei in leggero rialzo

(Teleborsa) – Si muove all’insegna del rialzo la seduta finanziaria delle borse europee, mentre Piazza Affari resta indietro scambiando vicino ai valori della vigilia.

Tra gli appuntamenti rilevanti della giornata, la riunione dell’Eurogruppo per votare il prossimo vicepresidente della BCE.

Nessuna variazione significativa per l’Euro / Dollaro USA, che scambia sui valori della vigilia a 1,242. L’Oro è sostanzialmente stabile su 1.348,4 dollari l’oncia. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil), in aumento (+0,76%), raggiunge 62,15 dollari per barile.

Consolida i livelli della vigilia lo spread, attestandosi a 128 punti base, con il rendimento del BTP decennale che si posiziona al 2,00%.

Tra i mercati del Vecchio Continente positiva Francoforte, che vanta un progresso dello 0,37%, piatta Londra che tiene la parità, senza spunti Parigi che non evidenzia significative variazioni sui prezzi.

Sostanzialmente stabile Piazza Affari, che avvia la sessione sui livelli della vigilia, con il FTSE MIB che si ferma a 22.833 punti.

Si distinguono a Milano i settori Materie prime (+3,79%) e Banche (+0,55%). Il settore Utility, con il suo -0,44%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra i best performers di Milano, in evidenza Tenaris (+3,79%), Banco BPM (+1,33%), BPER (+1,00%) e UBI Banca (+0,93%). Frazionale la risalita di Poste +0,66% nel giorno della pubblicazione dei conti. Le più forti vendite, invece, si manifestano su Enel, che cede lo 0,82%. Giornata fiacca per Fiat Chrysler, che segna un calo dello 0,69%. Piccola perdita per CNH Industrial, che scambia con un -0,65%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione
di Milano, Ansaldo (+1,14%), IMA (+1,00%), Fincantieri (+0,96%) e Cementir (+0,94%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su IGD -1,90%. Scivola Cerved Information Solutions, con un netto svantaggio dell’1,88%. In rosso Rai Way, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,37%, dopo l’offerta congiunta con F2i per Persidera. Tentenna RCS, che cede lo 0,89%.

Indietreggia Creval -5,35%, nel primo giorno dell’aumento di capitale. Su di giri CAD IT +8,16% dopo l’offerta totalitaria lanciata da Quarantacinque.

All’AIM brilla Giglio +7,97% grazie a un accordo di distribuzione di Emporio Armani.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in leggero rialzo