Mercati europei in cerca di direzione

(Teleborsa) – Si muove all’insegna della prudenza la seduta delle principali borse europee, con gli occhi degli investitori su dati macro e sulla pubblicazione dei verbali della Federal Reserve, alla ricerca di indizi di possibili cambiamenti nella politica dell’istituto centrale americano.

Sullo sfondo restano elementi di incertezza legati alla crescita dei contagi di coronavirus che alimentano i dubbi sulla forza della ripresa economica a livello mondiale.

Sul mercato valutario, l’Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,194. Seduta in frazionale ribasso per l’oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,59%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) in calo (-0,91%) si attesta su 42,5 dollari per barile.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +140 punti base, con un lieve rialzo di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,92%.

Tra le principali Borse europee resta vicino alla parità Francoforte (+0,11%), piatta Londra. Senza spunti Parigi, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi. Debole il listino milanese, con il FTSE MIB che si attesta sui valori della vigilia a 19.842 punti.

Senza direzione il FTSE Italia Mid Cap (-0,1%); sulla stessa linea, pressoché invariato il FTSE Italia Star (+0,07%).

Risultato positivo a Piazza Affari per i settori viaggi e intrattenimento (+1,15%), sanitario (+0,81%) e alimentare (+0,75%).

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti materie prime (-1,47%), immobiliare (-0,73%) e vendite al dettaglio (-0,73%).

Tra i best performers di Milano, in evidenza DiaSorin (+1,13%), Campari (+0,87%), Moncler (+0,83%) e Fineco (+0,82%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Tenaris, che prosegue le contrattazioni a -1,60%.

In rosso Saipem, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,58%.

Spicca la prestazione negativa di Atlantia, che scende dell’1,23%.

Unipol scende dell’1,09%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Banca MPS (+1,95%), La Doria (+1,48%), Falck Renewables (+1,31%) e Cerved Group (+1,13%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Aeroporto di Bologna, che prosegue le contrattazioni a -1,96%.

Calo deciso per B.F, che segna un -1,89%.

Sotto pressione Acea, con un forte ribasso dell’1,67%.

Soffre Brunello Cucinelli, che evidenzia una perdita dell’1,58%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Mercati europei in cerca di direzione